Il Perù verso il riconoscimento della sua gastronomia come Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO

La gastronomia peruviana si fa strada verso il riconoscimento mondiale di Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO. A spiegarlo, Néstor Popolizio, Ministro degli Affari Esteri del Paese sudamericano, che prevede l’arrivo del riconoscimento nel 2021, bicentenario dell’indipendenza del Perù.

Come lo definisce lo stesso UNESCO, il Patrimonio Culturale Immateriale è tradizionale, contemporaneo e vivente allo stesso tempo, oltre che inclusivo, rappresentativo e basato sulla comunità.

Il rappresentante dell’esecutivo peruviano ha indicato che sono più di 5.000 i ristoranti peruviani dislocati in tutto il mondo, cifra che non ha smesso di crescere negli ultimi anni. Questi ristoranti sono specializzati nei differenti tipi di cucina peruviana: dalla cucina tradizionale o fatta in casa, alla cucina nikkei (una fusione di cucina peruviana e giapponese), dalla chifa (connubio di tradizione cinese e peruviana) alla cucina amazzonica, che privilegia l’uso di prodotti provenienti dalle aree della giungla del paese. In ogni caso, la cucina peruviana è caratterizzata dalla materia prima utilizzata per la preparazione dei piatti, a base di prodotti naturali e ad alto valore nutrizionale, come avocado, lucuma, patate o quinoa. Al tempo stesso, la gastronomia peruviana si concentra anche su prodotti molto popolari come il caffè e il cacao o su distillati come il pisco.

Attualmente, solo Francia e Messico hanno ottenuto per la loro cucina il riconoscimento a patrimonio immateriale dell’umanità. Dal 2011, il Perù è stato scelto per sette anni consecutivi come migliore destinazione culinaria nel mondo dai World Travel Awards, considerati gli “Oscar del Turismo”. Inoltre, due ristoranti in Perù, Maido e Central, hanno conquistato un posto nella top 10 nella classifica dei “World’s Best 50 restaurants”; a completare la terna peruviana in questa importante classifica, il ristorante Astrid & Gastón.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *